Skip to content

Scribes 0.3.1 finalmente un editor semplice e potente?

31 marzo 2007

Da poco tempo sono venuto a conoscenza di Scribes un editor di testo che promette semplicità e potenza allo stesso tempo e dopo alcuni giorni di utilizzo posso dare le mie impressioni (sempre che gliene freghi a qualcuno🙂 )

scribes1

Scribes è scritto in Python, è estendibile tramite plugin Python, supporta l’editing remoto (via ftp, sftp, ssh, webdav, etc…), permette la creazione di snippet, ha l’autocompletamento del codice e ha un interessante sistema di bookmark all’interno del codice.

Una volta avviato scribes si presenta con una finestra incredibilmente pulita. È presente solo una barra degli strumenti in alto compatta e con poche icone (per altro tutte comprensibili senza testo sotto). La cosa che all’inizio può lasciare spiazzati è l’assenza della toolbar con il classico menu (File, Modifica, etc…. per intenderci), ma ci si accorge quasi da subito che è praticamente inutile. Per scoprire tutti i trucchi basta cliccare sul “?” e leggersi la breve ma esaustiva documentazione presente.

A parte le classiche cose che ad un editor non possono mancare come il color coding le cose che mi hanno piacevolmente colpito sono la semplicità di realizzazione e di utilizzo degli snippet e l’autocompletamento intelligente! Per quanto riguarda gli snippet la prima cosa da fare è scaricarsi i template dal sito ed installare quelli relativi ad i linguaggi che si utilizzano. Questo fornirà una base con cui sbizzarrirsi! La semplicità e la comodità di questi snippet è impressionante e se siete abiutuati alla shell vi troverete subito a vostro agio, infatti per attivare un template è sufficiente editare la parola che lo identifica e premere TAB. In questo modo il testo relativo allo snippet verrà inserito e ci si potrà spostare all’interno dei marcatori interni con TAB e SHIFT + TAB!!

scribes template window

Per esempio dal template di python prendiamo lo snippet def. Digitando def e premento TAB sull’editor comparirà magicamente:

def ${function_name}(${parameters}):
${cursor}
return ${value}

A questo punto premendo TAB ci sposteremo prima su ${funcion_name} poi su ${parameters} poi su ${value} ed infine su ${cursor} che è il marcatore finale per cui ripremendo TAB usciremo dal template. Ovviamente se prima di uscire dal template premiamo SHIFT+TAB torniamo indietro. Di questi snippet potete farne quanti ne volete e non essendo associati a combinazioni di tasti come avviene in altri editor, ma ad una label, non c’è bisogno di ricordarsi associazioni incredibili di tasti.

Eh sì, questa cosa mi è proprio piaciuta un sacco🙂 , una ventata di aria fresca!

Altra cosa davvero interessante è il sistema di autocompletamento che a differenza di molti editor non memorizza solo variabili, funzioni, classi, ma qualsiaisi cosa digitiate con più di tre lettere, per cui anche scrivendo un file di testo si sarà assistiti dall’autocompletamento!

Il sistema di bookmark è un’altra chicca molto utile. Basta premere CTRL+D per inserire o togliere un bookmark da una riga e CTRL+B per richiamare l’elenco dei bookmark.

La cosa che non mi ha entusismato è la mancanza di navigazione a TAB a scapito di una navigazione spaziale. Anche se con F9 si richiama un elenco di tutti i file aperti la taskbar si riempie di task scribes uno per ogni file e se si aprono molti file diventa molto caotica. Comunque è solo questione di gusti😉

Infine nella barra in basso di scribes viene sempre segnalata l’ultima operazione eseguita o suggerita l’operazione da compiere come nel caso dei template in cui viene segnalato che è attivabile uno snippet.

scribes template highlight

In questa barra viene anche messa la ricerca di parole (come in firefox per esempio), molto più comodo della finestra popup che finisce sempre sulla parola che stai cercando😦

Bene bene, considerando che scribes è appena alla versione 0.3.1 è un progetto che seguirò senz’altro! Intanto quando devo fare degli script è diventato il mio editor di default. Per progetti grossi forse è ancora prematuro e degli IDE si rivelano più completi anche se molto più pesanti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: